altra citazione shakespiriana direttamente da Macbeth

“venite spiriti addetti ai pensieri di morte,strappatemi questo mio sesso,riempitemi dal cranio ai piedi della ferocia più cruda,fate denso il mio sangue,sbarrate la porta al rimorso che nessuna compunta visita della natura faccia tremare il mio impegno feroce o si metta tra di esso e la sua attuazione.venite ai miei seni di donna e mutate il latte in fiele,agenti di … Continua a leggere

Ugo Foscolo (ragazzi quest’opera è bellissima la consiglio a tutti. quello che segue è solo un frammento)

Il velo delle Grazie … Mesci odorosa dea, rosee le fila; e nel mezzo del velo ardita balli, canti fra ‘l coro delle sue speranze Giovinezza : percote a spessi tocchi Antico un plettro il tempo; e la danzante discende ad un clivo onde nessuno risale. Le grazie a’ piedi suoi destano fiori a fiorir sue ghirlande; e quando il … Continua a leggere

Vincenzo Cardarelli

Gabbiani Non so dove i gabbiani abbiano il nido, ove trovino pace. Io son come loro in perpetuo volo. La vita la sfioro com’essi l’acqua ad acciuffare il cibo. E come forse anch’essi amo la quiete, la gran quiete marina, ma il mio destino è vivere balenando in burrasca.

Tasso (sempre da Iris)

Qual rugiada o qual pianto quai lagrime eran quelle che sparger vidi dal notturno manto e dal candido volto de le stelle? E perché seminò la bianca luna di cristalline stelle un puro nembo a l’erba fresca in grembo? Perché ne l’aria bruna s’udìan, quasi dolendo, intorno intorno gir l’aure insino al giorno? Fur segni forse della tua partita, vita … Continua a leggere